I NOMI DELLA MESSA

 

Al Sacramento istituito da Gesù nell’ultima Cena sono stati dati molti nomi.

Paolo la chiama “Cena del Signore”. E’ una definizione che significa mettersi a tavola col Signore, essere in convito con Lui. Gesù è l'ospite che ci in vita alla sua cena e ci «serve» a tavola, facendosi lui stesso cibo per nutrirci.

Gli Atti degli Apostoli parlano di “Frazione del pane”, gesto liturgico che ripete precisamente quello che Gesù fece nell’ultima cena. Luca precisa che veniva celebrata ogni giorno nelle case ed era tra i tratti distintivi della prima comunità per indicare che il mangiare insieme il«pane per tutti» è fare comunione con i fratelli, nell'unica fede del Signore

Il termine “Eucaristia” compare dopo gli anni 100 con Ignazio di Antiochia. Eucaristia vuoi dire ringraziamento: il ringraziamento di Cristo al Padre a cui noi ci uniamo. La Messa è perciò azione di grazie, una grande lode a Dio per i beni che ci ha dato, per i prodigi che ha operato per noi. Il più grande dono di Dio è Gesù che offre la sua vita per noi.

L’Eucaristia ha avuto ed ha anche altri nomi: “Pasto del Signore” equivale a “cena”;

“Santi Misteri” significa che l’Eucaristia è la celebrazione liturgica per eccellenza;

“Santo Sacramento” indica il corpo e il sangue di Cristo reso presente nella celebrazione;

“Sacrificio Eucaristico” designa l’offerta sacrificale; Gesù sacrifica se stesso offrendoci la sua vita e facendo di noi degli alleati per realizzare il grande progetto della salvezza.

“Comunione” è usato per indicare la partecipazione al pasto eucaristico.

"Mistero pasquale" mistero vuoi dire «azione di Dio» che l'uomo può percepire solo nella fede. La più grande azione di Dio è la salvezza operata attraverso la Pasqua di Gesù. Ogni Messa è Pasqua, cioè passaggio dalla schiavitù alla libertà, dall'egoismo all'amore, dalla morte alla vita.

 

La parola “Messa” è il nome più popolare, ma non il più significativo. Essa deriva dal “congedo” rivolto ai catecumeni dopo la Liturgia della Parola e quello rivolto a tutti alla fine della celebrazione.

MESSA : vuol dire «missione», «invio». Il Signore ci congeda alla fine della Messa e ci manda nel mondo a continuare quello che abbiamo celebrato: la nostra fede, la nostra comunione con lui, la fratellanza tra gli uomini.