Presentazione dei nuovi componenti a seguito dei rinnovi dei Consigli Pastorali Parrocchiali 2010 -2015.

Finalità:

 

Il CPZ "ha il compito di ricercare, vagliare e proporre iniziative in ordine all'attività pastorale comune alla Zona.

In particolare, è chiamato a :

1) Analizzare approfonditamente la situazione della Zona

2) Elaborare alcune linee di azione comune alla zona, in consonanza con la scelta e le direttive diocesane

3) Proporre iniziative di formazione e coordinamento dei Consigli Pastorali Parrocchiali

4) Suscitare rinnovati vincoli di fraternità e collaborazione fra i religiosi, il clero e i laici impegnati nell'azione apostolica

5) Favorire la comunione tra associazioni, gruppi e movimenti, e fra questi e le comunità parrocchiali

6) Intervenire in situazioni particolari, soprattuto a livello sovrapparrocchiale, connesse col mondo del lavoro e della scuola, con le tensioni sociali e con il mondo politico, al fine di esprimere la propria valutazione alla luce della fede e le proprie indicazioni per il bene della Chiesa ( Direttorio per i Consigli Pastorali Zonali, art. 2)

 

Si ricordi che il CPZ dura in carica cinque anni e si riiunisce almeno quattro volte l'anno e quando lo richiede la maggioranza dei membri.

A proposito delle elezioni, si ricordi che il Vicario Zonale può stabilire che le parrocchie più popolose siano rappresentate al CPZ da due laici e più parrocchie affidate ad un solo parroco da un solo laico.

All'interno del CPZ viene eletto il rappresentante laico di Zona al Consiglio Pastorale Diocesano

L'elezione del rappresentante del proprio CPP al CPZ può essere fatta a scrutinio segreto uppure per accordo pubblico tra i presenti. Chi viene designato deve esprimere pubblicamente l'accettazione dell'incarico. L'eletto sia persona con effettive possibilità di poter seguire le attività del CPZ, abbia conoscenza della realtà zonale e sia membro attivo del proprio CPP.

 

Va infine tenuto presente che sia i CPP, CPZ che il CPD, giunto con questo al suo XI mandato, dureranno in carica per un quinquennio, per cui la loro scadenza è prevista per il 30 giugno 2015.