ZONA PASTORALE XXIV

del Santuario della Madonna della Stella

 

RAPPRESENTANTI

  Ome    Padergnone       Rodengo          Saiano
2015 - 2020      

Tarcisio Raffelli

Felice Togni

2010 - 2015      

Tarcisio Raffelli

 

 

 

Incontro

Lunedì 15 maggio 2017 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 -  Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Approvazione del verbale della riunione del 13 gennaio 2017
  • Scambio di opinioni relativamente all'Assemblea dei Consigli Pastorali Parrocchiali di Zona tenutasi sabato 18 marzo presso l'Abbazia di Rodengo 
  • Analisi del documento "griglia utilizzata da CPD" per la verifica del cammino della Chiesa bresciana nel decennio 2007-2017 alla luce del magistero e delle sollecitazioni pastorali di mons Luciano Monari
  • Varie

 

 

Incontro

Venerdì 13 gennaio 2017 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 -  Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Approvazione del verbale della riunione del 07 ottobre 2016
  • Relazione sul Consiglio Pastorale Diocesano del 3 dicembre 2016
  • Riflessione di don Daniele sul tema "Come essere una comunità missionaria"
  • Comunicazioni relative all'organizzazione dell'incontro per gli operatori della nostra zona (progetto "Cominciano a vedere")
  • Varie ed eventuali

Vista l'importanza dell'incontro per il cammino pastorale della nostra zona, chiedo non solo la partecipazione di tutti i membri del CPZ, ma anche dei Presbiteri della zona.

 

Incontro

Venerdì 07 ottobre ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 -  Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Approvazione del verbale della riunione del 16 maggio 2016
  • incontro con don Carlo Tartari, Direttore del Centro Missionario Diocesano di Brescia, per l'impostazione del percorso di attuazione delle proposte indicate dal "Progetto Pastorale Missionario Diocesano" (avvio del nostro progetto"Conosciamo a vedere")
  • Varie ed eventuali

Vista l'importanza dell'incontro per il cammino pastorale della nostra zona, chiedo non solo la partecipazione di tutti i membri del CPZ, ma anche dei Presbiteri della zona.

 

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita) 3452955832

 

Incontro

Giovedì 29 giugno 2016 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 -  Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Varie

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita) 3452955832

 

Incontro

Giovedì 16 maggio 2016 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 -  Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera
  • Approvazione verbale
  • Riflessione spirituale tenuta da Don Daniele
  • Presentazione di quanto emerso nel Consiglio Pastorale Diocesano del 02 Aprile 2016
  • Sintesi del progetto "Conosciamoci" e analisi di possibili sviluppi 
  • Varie

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita) 3452955832

 

Incontro

Giovedì 10 marzo 2016 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica Via Montebello 6 - Con il delegato di Zona abbiamo concordato il seguente

O.d.g.:

  • Preghiera
  • Approvazione verbale della precedente riunione (proposta di invio del verbale)
  • Intervento sulla spiritualità missionaria
  • Presentazione di quanto emerso nel Consiglio Pastorale Diocesano del 20 febbraio 2016
  • Proseguimento del "Progetto Conosciamoci"  (vedi documenti allegati)
  • Varie

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita)


 

Incontro

Venerdì 29/01/2016 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Introduzione sulla spiritualità missionaria (Vedi allegato)
  • Relazione sul Consiglio Pastorale Diocesano tenutosi il 5 dicembre 2015
  • Introduzione "progetto conosciamoci" e interventi dei componenti del Consiglio di Zona chiamati a presentare quanto emerso dai propri Consigli Parrocchiali (Vedi allegato)
  • Varie

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita)


 

Incontro

Venerdì 23/10/2015 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica

O.d.g.:

  • Preghiera 
  • Introduzione
  • Nomina del segretario/a del Consiglio
  • Nomina del Delegato per il Consiglio Pastorale Diocesano
  • Presentazione della bozza del progetto missionario pastorale
  • Informazioni circa l'Anno Santo
  • Varie ed Eventuali

 Vicario Zonale (Don Daniele Faita)


 

Incontro

Venerdì 20/03/2015 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica

O.d.g.:

  • Preghiera e riflessione
  • Presentazione della sintesi del PPM (Piano Pastorale Missionario)
  • Varie ed Eventuali

Data l’imminenza della scadenza dei C.P. con la conseguente decadenza delle varie commissioni, questa dovrebbe essere l’ultima volta che ci incontriamo- Grazie

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Daniele Faita)

 


 

 Incontro

Venerdì 09/01/2015 ore 20,30  - presso Oratorio di Cellatica

O.d.g.:

  • Preghiera e riflessione
  • Presentazione del nuovo Vicario con scambio di osservazioni sul cammino sino ad ora compiuto
  • Relazione del delegato di zona sul Consiglio Pastorale del 15/11/2014 :Progetto Pastorale Missionario
  • Preparazione al consiglio di zona del 28/02/2015
  • Varie ed Eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Daniele Faita)

 


 

 Incontro

Sabato 24/05/2014  ore 15,30  - presso Villa Pace di Gussago

O.d.g.:

  • L'attualità del Concilio Vaticano II

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

  


 

Incontro

Lunedì 27/01/2014  ore 20,30  - presso Oratorio di  Ome

O.d.g.:

  • Preghiera e riflessioni 
  • Varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 


 

  Incontro

Martedì 16/01/2014  ore 20,30  - presso Oratorio di  Rovato

O.d.g.:

  • progetto Pastorale Missionario Diocesanoi

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 


 

 Incontro

Martedì 30/04/2013  ore 20,30  - presso Oratorio di  Ome

O.d.g.:

  • Preghiera e riflessioni 
  • resocnto del delegato diocesano sulle procedure e prospettive proposte per le erigende U.P.
  • Formazione dei laici verso le U.P.
  • Varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 


 

 Incontro

Lunedì 04/03/2013  ore 20,30  - presso Oratorio di  Ome

O.d.g.:

  • Preghiera e riflessioni 
  • relazione di Peroni Claudio riunione del 23/02/2013 del C.P.D.
  • Unità Pastorali
  • Varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

  

Incontro

Lunedì 30/01/2013  ore 20,30  - presso Oratorio di  Ome

O.d.g.:

  • resoconto e riflessioni Sino delle Unità Pastorali
  • Varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 

 Incontro

Lunedì 03/10/2012  ore 20,30  - presso Oratorio di  Ome

O.d.g.:

  • "Comunità in cammino"
  • Varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 

Incontro

Venerdì 11 maggio 2012   ore 20,30  - presso Oratorio di Ome

O.d.g.:

  • lettura del verbale dell'incontro del 05 marzo 2012
  • riflessione personale lavoro di gruppo sulle schede  7 * 8 * 9 
  • varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 

Incontro

Venerdì 05 marzo 2012   ore 20,30  - presso Oratorio di Ome

O.d.g.:

  • lettura del verbale dell'incontro del 25 novembre 2011
  • riflessione personale lavoro di gruppo sulle schede  4*5*6 
    • PARTE QUARTA

      Annuncio, liturgia e carità nelle unità pastorali

      1 – E’ ipotizzabile una dimensione sovraparrocchiale dove persone che si sentono portate a dare il loro contributo perché dotate di particolare predisposizione e/o animate da spirito caritativo lo possono esercitare anche al di fuori della propria parrocchia

      2 – Non siamo stati in grado di dare una univoca interpretazione alla domanda

      3-    Secondo la grandezza dell’unità pastorale si può ipotizzare una rotazione di persone, ovvero il gruppo di una parrocchia si porta a date prestabilite in un’altra dando così spazio al gruppo di un’altra parrocchia a continuare il lavoro intrapreso (questo varrebbe per tutti i gruppi).

      Questo avvicendarsi potrebbe essere un arricchimento nella trasmissione della fede poiché si porrebbero i temi in modo diverso supportandoli a esperienze diverse.

      4. Spesso nella singola parrocchia si è in difficoltà nella gestione dei vari gruppi. I motivi sono vari non da ultimo la mancanza di tempo. Sotto questo punto di vista l’unità pastorale potrebbe potenziare le varie categorie-

      PARTE QUINTA

      Organismi di comunione e unità pastorali

      1-   Oltre a sacerdoti, diaconi e consacrati nel gruppo ministeriale dovrebbero esserci rappresentanti laici capaci . Il Consiglio dell’unità pastorale dovrebbe essere formato dai rappresentanti dei CPP che attraverso una votazione scelgono i loro rappresentanti formando in questo modo il Consiglio dell’Unità Pastorale il quale a sua volta elegge i laici rappresentanti per il gruppo ministeriale.

      Queste persone elette dovrebbero essere motivate e capaci a gestire i problemi che sempre emergono dalle varie pastorali alleggerendo in questo modo il lavoro ai consacrati.

      2-   Nella nuova realtà che si andrebbe a formare il CPZ non avrebbe più motivo di esistere

      3-   Per quanto riguarda il consiglio parrocchiale per gli affari economici questo organismo, legato alla parrocchia, lo si potrebbe ipotizzare creandone uno nuovo formato dai rappresentanti del consiglio economico di ogni singola parrocchia che, nella necessità, valuti i vari tipo di intervento a sostegno della parrocchia più debole.

      4-   Invocando lo Spirito Santo

      PARTE SESTA

                                            I ministeri nelle unità pastorali

       

      1 – Ne possono favorire la nascita e/o sviluppare quelli già esistenti. Un nuovo ministero potrebbe essere quello dell’accoglienza.

      2- Non dovrebbero nascere problemi poiché ognuno dovrebbe mantenere la propria autonomia

      3- Nella dimanica della pastorale dei sacramenti del matrimonio e del battesimo il sacerdote potrebbe attingere dall’esperienza della famiglia nuove idee e stimoli per arricchire la sua preparazione

 

  • varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

Incontro

Venerdì 25 novembre 2011 ore 20,30  - presso Oratorio di Ome

O.d.g.:

  • lettura del verbale dell'incontro del 18 maggio 2011
  • resoconto del Consiglio Pastorale Diocesano del 19/11/2011
  • Riflessione sulle Unità Pastorali valutandone il suo evolversi
  • varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

Incontro

Mercoledì 18 maggio 2011  ore 20,30  - presso Oratorio di Ome

O.d.g.:

  • lettura del verbale dell'incontro del 23 marzo 2011
  • consultazione bozza di strumento di lavoro in preparazione al Sinodo sulle Unità Pastorali
  • varie ed eventuali

La segretaria del C.P.Z. (Angelina Rolfi)          -                 Vicario Zonale (Don Gigi Gaia)

 *******************************************************

 Direttorio  per i Consigli Pastorali Zonali


Art. 1 - Natura
Il Consiglio Pastorale Zonale è organo di comunione che, come immagine
della Chiesa, realizza ed esprime a livello locale la corresponsabilità
dei fedeli (presbiteri, diaconi, consacrati e laici) alla missione
della Chiesa.
Ogni Zona ha il suo Consiglio Pastorale Zonale.


Art. 2 - Fini
Il Consiglio Pastorale Zonale ha il compito di ricercare, vagliare e proporre
iniziative in ordine alla attività pastorale comune alla Zona.
In particolare è chiamato a:
1. analizzare approfonditamente la situazione della Zona;
2. elaborare alcune linee di azione comuni alla Zona, in consonanza
con le direttive diocesane;
3. offrire il proprio contributo in ordine alle attività del Consiglio
Pastorale Diocesano;
4. suscitare rinnovati vincoli di fraternità e collaborazione fra i consacrati,
il clero e i laici impegnati nell’azione apostolica;
5. favorire la comunione fra associazioni, gruppi e movimenti, e fra
questi e le comunità parrocchiali;
6. intervenire in situazioni particolari, soprattutto a livello sovrapparrocchiale,
connesse con il mondo del lavoro e della scuola, con
le tensioni sociali e con il mondo politico, al fine di esprimere la
propria valutazione alla luce della fede e le proprie indicazioni per
il bene della Chiesa.

Art. 3 - Composizione
Il Consiglio Pastorale Zonale è composto da:
1) Vicario Zonale, che ne è il presidente;
2) presbiteri eletti dalla Congregazione Zonale fra i parroci e i vicari
parrocchiali (da cinque a dieci, a seconda dell’ampiezza della
Zona);
3) un laico eletto dal Consiglio Pastorale in ogni parrocchia della
Zona. Il Vicario Zonale può stabilire che le parrocchie più popolose
siano rappresentate da due laici al Consiglio Pastorale Zonale
e più parrocchie affidate a un solo parroco da un solo laico;
4) un rappresentante per ogni settore che, secondo le indicazioni diocesane,
ha un suo particolare ambito di attività zonale. Se esiste un
gruppo di riferimento o una consulta, il rappresentante viene espresso
all’interno di essi; in caso diverso l’incaricato zonale, sacerdote o
laico, è nominato dal Vicario Zonale;
5) alcuni fedeli nominati dal Vicario Zonale.
Fra questi sono da annoverare:
a) rappresentanti di istituti religiosi che operano nella Zona, in modo
tale che, nel rispetto del loro carisma, essi svolgano un’azione inserita
nella comunità zonale, che ne accoglie i benefici influssi;
b) rappresentanti di associazioni, gruppi e movimenti operanti in più
parrocchie, al fine di coordinare le attività proprie di ciascuno e di
promuovere adeguate iniziative sovrapparrocchiali;
c) rappresentanti di Istituti secolari presenti in Zona.
Il numero dei membri del Consiglio Pastorale Zonale non è né troppo
elevato né eccessivamente ristretto, non è da assemblea né elitario;
idealmente permette un ordinato e snello lavoro di gruppo, una reciproca
familiarità e conoscenza, una proficua continuità di presenze.
Circa i requisiti dei membri del Consiglio Pastorale Zonale valgono le
disposizioni contenute nel punto 3.2.a. del Direttorio per i Consigli
Pastorali Parrocchiali. Il Vicario Zonale ha la responsabilità di verifi-
care che non siano membri del Consiglio le persone che non abbiano
i requisiti previsti.


Art. 4 - Rappresentante Zonale Laico
Il Consiglio Pastorale Zonale designa al suo interno un membro laico
rappresentante di Zona al Consiglio Pastorale Diocesano.
Al Vescovo diocesano spetta la nomina.
Il Rappresentante di Zona assume i compiti di aprire la Zona alle proposte,
ai problemi e alle attività pastorali diocesane e di sensibilizzare
la Diocesi, tramite il Consiglio Pastorale Diocesano, alle esigenze e
alle esperienze pastorali della Zona.
Per questo:
a) affianca come moderatore il Vicario Zonale nel Consiglio Pastorale
Zonale;
b) può chiedere al Vicario Zonale la convocazione del Consiglio e
l’inserimento di temi nell’ordine del giorno;
c) coordina, soprattutto a livello operativo, le varie realtà impegnate
in iniziative zonali;
d) è interpellato soprattutto per ciò che attiene alla promozione della
concreta partecipazione dei laici alla attività pastorale in parrocchia
e nella zona;
e) può essere consultato, e può chiedere d’esserlo, dall’Ordinario in
merito alle attività della Zona.
Al fine di favorire il suo reale inserimento nella vita diocesana si
tiene informato delle principali attività e iniziative diocesane; nel
limite del possibile, viene cooptato nelle commissioni diocesane a
seconda della sua specifica competenza.

Art. 5 - Commissioni Zonali
Le commissioni, consulte, gruppi di riferimento e incaricati zonali
sono chiamati, pur nella loro autonomia a:
1) collaborare alla messa in opera di iniziative pastorali decise nel
Consiglio Pastorale Zonale;
2) fornire al Consiglio Pastorale Zonale la consulenza sul proprio settore
di competenza.

Art. 6 - Segretario
Il Vicario Zonale nomina il segretario che stila i verbali, dirama le
convocazioni con l’ordine del giorno e raccoglie la documentazione
dei lavori.

Art. 7 - Durata
Il Consiglio Pastorale Zonale ha una durata quinquennale e non decade
in caso di vacanza dell’ufficio del Vicario Zonale.

Art. 8 - Sedute
Il Consiglio Pastorale Zonale si riunisce almeno quattro volte l’anno
e quando lo richiede la maggioranza dei membri.
Il calendario delle assemblee è comunicato all’inizio dell’anno pastorale
a ogni parrocchia, al fine di evitare la sovrapposizione di impegni
parrocchiali.

Art. 9 - Disposizioni finali
Per tutto quanto non è contemplato nel presente Direttorio si applicano
le norme del Diritto Canonico sia universale che particolare.

 

 Dal documento finale del 29° Sinodo Diocesano sulle Unità Pastorali

78.

La costituzione delle UUPP non cancella le Zone Pastorali. Anche se in certi casi sarà necessario ridefinire i loro confini, esse rimangono punto di riferimento e segno di comunione di più UUPP. Una volta costituite le UUPP, decade l’organismo del Consiglio Pastorale Zonale, mentre per la composizione del Consiglio Pastorale Diocesano si dovrà pensare ad una nuova modalità di nomina dei membri sulla base del nuovo assetto delle UUPP.